Io resto a casa – FASE 2


GUIDA AL NUOVO DECRETO (valido a partire dal 04/05/2020)


Dal 4 maggio cambiano, in parte, le regole per affrontare l’emergenza coronavirus.

 

UTILIZZO DELLA MASCHERINA

È obbligatorio usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico. Anche nei mezzi di trasporto.

Non sono obbligatorie per:

  • Bambini al di sotto dei sei anni

  • Persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina

Il Governo fisserà prezzi equi per mascherine e dispositivi di protezione individuale.

Potranno essere usate mascherine di comunità, ossia le mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire un’adeguata barriera.

 

SPOSTAMENTI

  • Sono consentiti SOLO quelli comprovati da motivate esigenze di lavoro, salute e urgenze

  • Posso andare a trovare un congiunto (parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili) a patto che:

    • Non ci sia assembramento

    • Distanziamento di un metro

    • Utilizzo delle mascherine

  • Ci si può spostare da Regione a Regione solo se:

    • Torni a casa

    • Motivi di lavoro

    • Motivi di salute

    • Motivi di assoluta urgenza

  • Non sono permessi spostamenti nelle seconde case (sia nella stessa regione che in altre)

Persone con sintomatologia respiratoria o febbre a 37.5 gradi DEVONO restare a casa e contattare il proprio medico di base.

Chi è sottoposto a quarantena (positivo al virus) NON può spostarsi da casa.

 

ATTIVITA’ FISICA E LUOGHI ALL’APERTO

E’ vietato l’assembramento in luoghi pubblici e privati. Non si potrà svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto.

E’ consentita l’attività motoria individuale, oppure in accompagnamento di minori o persone non autosufficienti. Va rispettata la distanza di sicurezza.

Le aree verdi e i parchi possono tenersi aperti se è garantito il NON ASSEMBRAMENTO. La decisione è comunque a discrezione dei sindaci.

Sono consentite le cerimonie funebri, preferibilmente all’aperto, con la partecipazione al massimo di 15 persone.

Chiuse le aree gioco per i bimbi.

 

ATTIVITA’ COMMERCIALI AL DETTAGLIO

Aperte le seguenti attività:

  • Ipermercati

  • Supermercati

  • Discount di alimentari

  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari

  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)

  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

  • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione

  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

  • Farmacie

  • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica

  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale

  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici

  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet

  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione

  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono

  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

  • Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria

  • Commercio al dettaglio di libri

  • Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati

  • Commercio al dettaglio di fiori, piante, semi e fertilizzanti

  • Consentite attività di servizi alla persona come:

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

  • Attività delle lavanderie industriali

  • Altre lavanderie, tintorie

  • Chiuse tutte le altre (come parrucchieri, barbieri, estetisti etc.)

Sì sempre consegne a domicilio

Sì consegne da asporto (vale per noi le regole della Regione Emilia-Romagna: bisogna prenotare e ritirare, no assembramenti)

No a consumazione interna nei locali o immediatamente fuori.

 

Il Presidente Conte ha annunciato che:

Dal 18 maggio apriranno i negozi, i musei, le mostre, le biblioteche

Dal 1° giugno riapriranno definitivamente i bar, i ristoranti, i parrucchieri, i centri estetici

 

————————-
🔎 IL TESTO DEL DECRETO

🔎LE ATTIVITA’ CHE POSSONO RIPRENDERE A LAVORARE 

Qui si può trovare una pagina aggiornata con tutte le disposizioni sul coronavirus

Come indossare correttamente una mascherina